Richieste di archiviazione, basiti…

giustizia-bloccata.jpgMercoledì 12 ottobre innanzi al Gip del Tribunale di Cosenza, Pres. Dott. Di Dedda (che ha sostituito la Dott.ssa Marletta), si terrà l´ennesima udienza camerale per decidere sulla denuncia del Sig. Cozza Aldo in merito ai noti fatti accaduti intorno ai (e sui) campi da tennis di Città 2000.

In particolare, dopo l´accoglimento nel 2010 da parte del Gip del Tribunale di Cosenza, Dott.ssa Marletta, e  l´ulteriore prosieguo delle indagini dalla stessa ordinate, eseguite dalla Guardia di Finanza, la Procura della Repubblica di Cosenza, nella persona del Dott. Del Bene,  ha inteso nuovamente nel mese di marzo 2011 richiedere l´archiviazione del procedimento nato dall´esposto del maestro di tennis Aldo Cozza.

L’Avv. Eugenio Naccarato, difensore del Sig. Cozza Aldo, ha ripresentato, nell´aprile 2011, nuovo atto di opposizione,  per il quale, ritenuto ammissibile dal Gip di Cosenza, è stata fissata l´udienza camerale per il prossimo 12/10/2011.

C’è da restare basiti di fronte a tutte queste richieste di archiviazione!?

Tecnicamente l’ipotesi dell’archiviazione ricorre quando il Pubblico Ministero  ritiene che la notizia di reato risulti infondata (art. 408 c.p.p.), o quando ritiene manchi una condizione di procedibilità, o quando risulta il reato estinto od il fatto non previsto dalla legge come reato.

Ma come è possibile che l’orientamento del PM è sempre lo stesso di fronte agli esposti alla Procura della Repubblica di Cosenza presentati dai cittadini contro i “potenti” della città?


Richieste di archiviazione, basiti…ultima modifica: 2011-10-09T20:44:00+00:00da cittaduemila
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Richieste di archiviazione, basiti…

  1. …….Berlusconi ha proprio ragione che questa è una casta che va completamente estirpata!
    ……Mi mi sa che va a finire che quelli del Comitato Città 2000 con documenti alla mano a puntuale riscontro e conferma di quello che sostengono vengono fatti passare per i pazzi di turno? Per fortuna che la guerra non si combatte solo ed esclusivamente nelle aule di Tribunale di Cosenza perchè se fosse stato così quelli del Comitato avrebbero fatto bene ad ammainare bandiera bianca! Oramai è chiaro che per quella strada non si passa o meglio passa solo chi dicono lor signori!!! Povera Italia poveri cittadini onesti….

  2. Questo schifo deve finire non è possibile che ogni volta che si presenta una denuncia contro i prepotenti della città il tribunale di Cosenza l’ archivia. Anche l’ hanno scorso ha fatto la stessa cosa, ora basta basta siamo stanchi noi onesti cittadini di città 2000 che la mattina ci rimbocchiamo le maniche per mandare avanti la carretta. E’ ora di finirla.

Lascia un commento