“Vi presento la città che realizzeremo”

Con il “piglio deciso” di LicPerugini fallito.jpginio Crasso; così si presentava l’avvocato Perugini al teatro Morelli il 10 maggio 2009.

 

L’incontro venne promosso a “metà del cammino istituzionale” dallo stesso Sindaco Perugini che esordì: “se avessi saputo a cosa sarei andato incontro ci avrei pensato sù prima di prendere questa strada“.

Nonostante le difficoltà e gli insuccessi già registrati, il Sindaco non volle mollare, al pari del grande politico e generale della Repubblica romana Licinio Crasso che alle sue legioni orma battute ripeteva “resistete fino allo stremo, la vittoria è solo questione di tempo“.Licinio Crasso.jpg

Ma Licinio fu il vincitore di Spartaco, formò il primo triumvirato assieme a Gneo Pompeo Magno e a Gaio Giulio Cesare, intraprese una campagna militare in Oriente contro i Parti e morì in battaglia; finì sconfitto ma con onore.

Perugini, invece, non è riuscito a tener fede agli impegni assunti in quella riunione di “metà strada”; annunciava il rifacimento del manto stradale bituminoso e la sistemazione delle buche, la “riabilitazione” del centro storico, il ripristino di piazza Autolinee, un nuovo ospedale eil potenziamento del “118“, oltre alla Metropolitana leggera per riunire la città dei Bruzi e Rende in un’unica area urbana che avrebbe compreso anche Castrolibero. In tutto il suo mandato, a malapena è riuscito a completare Viale Parco, ivi compreso il tratto crollato il cui costo è gravato sulle spalle dei cittadini, senza chiedere i danni ai responsabili e senza disturbare i suoi dirigenti comunali che avevano collaudato l’opera, pur nella consapevolezza che era stata perpetrata una truffa.

Le scarse capacità amministrative del Sindaco e della Giunta sono state spese, oltre che per la messa in sicurezza dello Stadio San Vito, per sottrarre il suolo alla Parrocchia di San Giuseppe e per la caparbia riproposizione di vergognose ordinanze contro i cani da compagnia su Corso Mazzini; ordinanze annullate anche per l’azione incisiva del nostro Comitato che ha tato ricorso al TAR.

Insoddisfatti e non rimborsabili“, questo è lo stato d’animo dei cittadini di Cosenza che non intendono affatto riproporre ulteriormente i consiglieri dell’amministrazione uscente, un’amministrazione distintasi esclusivamnte per mediocrità.

Cosenza merita certamente il meglio. Perugini non lo è stato, eppure si ricandida a Sindaco.

“Vi presento la città che realizzeremo”ultima modifica: 2011-05-13T17:12:46+00:00da cittaduemila
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su ““Vi presento la città che realizzeremo”

  1. L’unico che ha gli strumenti per poter risollevare la città nel baratro in cui è caduta in cinque anni disastrosi di amministrazione Perugini è l’Arch. Mario Occhiuto, dunque votiamo compatti per Occhiuto augurandoci che ce la possa fare sin dal primo turno……..

Lascia un commento